022.jpg
Bari
0°C
[Dettagli]
Home Storia
Errore
  • Unable to load Cache Storage: database
  • Unable to load Cache Storage: database
  • Unable to load Cache Storage: database
  • Unable to load Cache Storage: database
PRESIDENTI SOCI ONORARI SOCIO DELL'ANNO

La storia del Club Sommozzatori Bari affonda le sue radici nei primi anni 80. Alcuni amanti della pesca subacquea in apnea decisero di avvicinarsi ad un nuovo ed affascinante modo di esplorare il mare: la subacquea con l’uso di attrezzatura ad aria. La consapevolezza della pericolosità di un approccio da autodidatta li spinse a seguire le indicazioni didattiche del maestro dei subacquei italiani: Duilio Marcante e, quindi, a far riferimento alla didattica FIPS, federazione alla quale il club si è affiliato sin dal 1985. La sezione provinciale della Federazione offrì loro la possibilità di incontrarsi ed avere così un punto di aggregazione. La sostanziale differenza di intenti ed interessi tra pescatori e subacquei, nonché la volontà di diffondere questo diverso approccio al mare, spinse questi ultimi a pensare di costituire una associazione; nasce così nell’aprile del 1985 il Club Sommozzatori Bari. La serietà della didattica e le capacità degli istruttori richiamano sempre più appassionati del mare intenzionati a cimentarsi con questo nuovo approccio. Entusiasta per il crescente numero di partecipanti ai corsi sub e consapevole della precarietà della condizione di ospiti, il consiglio direttivo si attiva per richiedere nel 1989 la concessione del manufatto ex alloggio fanalista”. Finalmente nel 1992, dopo molteplici lungaggini burocratiche e notevoli sforzi economici sostenuti dai soci, grazie anche alla caparbietà del direttivo, viene ristrutturata ed inaugurata la sede sociale sita alla testa del Vecchio Molo Foraneo del porto di Bari.L’acquisizione di una propria identità, anche topografica, sembra dare nuova vitalità all’associazione. Si costituiscono due team di atleti: fotosub ed apneisti che partecipano a gare selettive e campionati nazionali raggiungendo anche traguardi ragguardevoli. L’attività del Club spazia nel sociale: dalla iscrizione nelle liste della Protezione Civile, alla organizzazione di spettacolari manifestazioni di “fondali puliti” con il supporto e l’intervento del Nucleo Elicotteristi dei Vigili del Fuoco; dalla organizzazione del servizio di assistenza bagnanti, alla partecipazione a pubblicazione scientifiche ed attività scolastiche di divulgazione eco-biologica; dalla organizzazione di convegni sulle aree marine protette, alla partecipazione con supporti fotografici a pubblicazioni varie, alla assistenza subacquea durante le esibizioni della pattuglia acrobatica “Frecce Tricolori”. Nell’ambito federale organizza gare selettive di fotosub e pescasub, raggiungendo la notorietà a livello nazionale in occasione del Campionato Nazionale Individuale di Fotografia Subacquea FIPSAS 1997, svoltosi nello splendido scenario delle Isole Tremiti. La competenza e la capacità organizzativa sono le caratteristiche che permettono al Club di essere unico responsabile tecnico della manifestazione internazionale “Giochi del Mare” tenutasi a Bari nel 2000. In tutti questi anni il gruppo didattico ha continuato la propria attività ponendo particolare attenzione alla divulgazione dei concetti di conoscenza, competenza e sicurezza con il rilascio di circa 2000 brevetti. Da oltre dieci anni i subacquei possono, presso il Club, acquisire esperienza nella esecuzione di tecniche di primo soccorso ed utilizzazione di apparecchiature ad ossigeno per la gestione delle emergenze subacquee. Più recentemente il gruppo didattico ha allargato le proprie competenze rendendo possibile anche il conseguimento di brevetti Nitrox. E’ motivo di vanto per il Club perseguire una linea di condotta fondata sull’assoluto rispetto del “no profit”, tant’è che nessun componente del direttivo e nessun istruttore percepisce compensi per l’attività svolta. La recente organizzazione di una mostra mercato di fotografia subacquea, che ha permesso di raccoglie fondi per l’UNICEF in favore degli orfani dello tsunami, testimonia la costante attenzione dell’associazione verso la solidarietà sociale; così come la imminente costituzione di un “gruppo donatori sangue”. Come si evince da quanto riportato, dopo venti anni di attività, il Club Sommozzatori Bari è ancora vivo e vitale e rappresenta una realtà importante nell’ambito della subacquea e della Federazione grazie all’entusiasmo, alla caparbietà ed alla disponibilità di tutti i suoi soci.

Contattaci su Skype
Chatta con me

Iscriviti alla Newsletter

Nome:

Email:

Consenso privacy

 14 visitatori online
Il nuovo sito del CSB è